• Home
  • News
  • Codice degli Appalti: c'è ancora tanta strada da fare

Codice degli Appalti: c'è ancora tanta strada da fare

  • Lunedì, 02 Luglio 2018
Codice degli Appalti: c'è ancora tanta strada da fare

di Anna Rahinò - avvocato, contributor D&L Department


Il Nuovo Codice degli Appalti è stato approvato da circa un anno ma, all’orizzonte, si intravedono ancora importanti lacune normative.

Il D. lgs. n. 50/2016 prospetta l’emanazione di 64 documenti, fra decreti ministeriali, linee guida e provvedimenti. Ad oggi si contano circa una decina di decreti approvati, ben sei linee guida in fase di approvazione da parte di Anac e circa venti provvedimenti in corso. Mancano, però, provvedimenti fondamentali; tra questi, il tanto atteso decreto per la qualificazione delle stazioni appaltanti.

Ad oggi sono circa dieci i decreti ministeriali attuativi definitivi con la relativa pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Questi fanno riferimento a:

  • acquisizioni stazioni appaltanti (D.M. 16 gennaio 2018),
  • dibattito pubblico grandi opere con impatto ambientale (Dpcm 9 maggio 2018),
  • livelli di progettazione appalti (D.M. 1° dicembre 2017),
  • requisiti amministrazione aggiudicatrici (D.M. 2 dicembre 2016),
  • pubblicazione delle gare (D.M. 2 dicembre 2016),
  • compensi delle commissioni di aggiudicazione (D.M. 12 febbraio 2018),
  • opere ad elevato contenuto tecnologico (D.M. 10 novembre 2016),
  • linee guida controllo tecnico, contabile e amministrativo (D.M. 7 marzo 2018),
  • fondi per collaudo opere prioritarie (D.M. 7 dicembre 2017),
  • compensi arbitrati (D.M. 31 gennaio 2018).

Vi sono, poi, nove decreti in fase di approvazione e riguardano: livelli progettazione appalti; qualificazione stazioni appaltanti e centrali di committenza; documentazione di gara; linee guida su sistema di qualificazione e avvalimento; sistema unico di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici; controllo tecnico, contabile, amministrativo; controlli su esecuzione e collaudo.

Per ciò che concerne l'Anac, invece, il Codice degli Appalti demanda dieci linee guida e tre proposte di decreti al ministero che, ad oggi, ne ha pubblicate solo sei: un ulteriore testo è in attesa del parere del Consiglio di Stato, mentre per altri due si è appena conclusa la fase di consultazione. Mancherebbe, così, ancora un ultimo documento concernente la qualificazione delle stazioni appaltanti, per il quale si è in attesa del Decreto.

L' Anac ha, altresì, avanzato due ulteriori proposte di decreto: una inerente alle funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione e l’altra sul sistema unico di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici. L'autorità anticorruzione svolge, anche, altri compiti per l'attuazione del Codice degli Appalti, come la procedura telematica per l'iscrizione della società in house e le relative richieste di chiarimenti e pareri. Non risulta concluso l'iter per l'emanazione del decreto che dovrà stabilire i criteri per la qualificazione delle stazioni appaltanti a causa di resistenze da parte di talune amministrazioni.

Tuttavia, è in fase di ultimazione la composizione dell'albo dei commissari di gara, con la definizione dei requisiti morali e professionali che gli stessi dovranno possedere e la progettazione di tutti quei sistemi informatici utili per garantirne la permanenza.

Il Codice degli Appalti ha procurato tanta confusione tra gli operatori del settore, i quali, in mancanza di direttive ben precise, si sono ritrovati spaesati e senza certezza. Ad un'inziale escalation di provvedimenti attuativi è seguita una battuta d'arresto al quale si spera si possa far fronte nel breve periodo.


D&L Communication è segreteria organizzativa delle Associazioni:

CONTATTI

D&L Department - Studio Legale Lisi
Via M. Stampacchia, 21 - 73100 LECCE - Tel e fax: +39.0832.25.60.65 

segreteria@studiolegalelisi.it 

Digital & Law Department S.r.l.
Via M. Stampacchia, 21 - 73100 LECCE - Tel e fax: +39.0832.25.60.65

P.IVA: 04372810756 - info@digitalaw.it - digitalaw@pec.it 

Studio Legale Lisi
Via V. M. Stampacchia, 21 - Piano Terra - 73100 Lecce - Tel /Fax: +39.0832.24.48.02 

info@studiolegalelisi.it 

Segreteria di Milano
Piazza IV Novembre, 4 - 20124 - Milano - Tel 02.671658188 Fax 02.67165266

Domicilio a Roma