• Home
  • News
  • Privacy
  • "Titolarità del trattamento di dati personali in capo ai soggetti che si avvalgono di agenti per attività promozionali": il Garante Privacy proroga il termine per l'applicazione del Provvedimento al 30 novembre 2011

"Titolarità del trattamento di dati personali in capo ai soggetti che si avvalgono di agenti per attività promozionali": il Garante Privacy proroga il termine per l'applicazione del Provvedimento al 30 novembre 2011

  • Mercoledì, 28 Settembre 2011
"Titolarità del trattamento di dati personali in capo ai soggetti che si avvalgono di agenti per attività promozionali": il Garante Privacy proroga il termine per l'applicazione del Provvedimento al 30 novembre 2011
di dott.ssa Silvia Riezzo - D&L Department

Prorogata al 30 novembre 2011 la scadenza per adeguarsi al Provvedimento emanato dal Garante Privacy del 15 giugno 2011 n. 230/2011, in materia di "Titolarità del trattamento di dati personali in capo ai soggetti che si avvalgono di agenti per attività promozionali", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 153 del 4 luglio 2011. Il Garante Privacy, infatti, ha stabilito con questo Provvedimento delle prescrizioni per regolare il trattamento di dati personali dei potenziali clienti da parte di outsourcer che si occupano di iniziative commerciali (invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, ricerche di mercato o comunicazione commerciale) per conto di un'azienda, ai quali sia stato conferito un preciso incarico, generalmente nella forma del contratto di agenzia di cui agli artt. 1742 ss. del codice civile. Il Garante Privacy è stato spinto a intervenire sull'argomento anche a causa delle numerose lamentele e segnalazioni di quanti, pur essendosi iscritti al Registro delle Opposizioni, hanno continuato a ricevere indesiderate proposte commerciali via telefono e fax per conto di compagnie telefoniche di cui venivano in questo modo proposti i servizi.

Il Garante ha rilevato che mentre alcune delle società che affidano questi servizi commerciali in outsourcing hanno già provveduto a nominare le agenzie interessate responsabili del trattamento, altre grandi aziende invece (come BT Italia S.p.A., Wind Telecomunicazioni S.p.A., Vodafone Omnitel N.V., Teletu S.p.A.) non se ne sono preoccupate, affermando che gli outsourcer in questione agiscono come titolari autonomi del trattamento dei dati di potenziali clienti e ribadendo la propria estraneità rispetto ad eventuali illeciti commessi dagli outsourcer stessi nel trattamento di tali dati.

In base alle sue indagini il Garante ha stabilito che non ci sono i presupposti perché si possa riconoscere a questi soggetti esterni autonoma titolarità nel trattamento dei dati personali, tra le motivazioni il fatto che la loro attività commerciale venga svolta dichiaratamente "per conto e nell'interesse della società preponente", utilizzando i suoi contratti, la sua modulistica, seguendo le sue linee direttive e i suoi corsi formativi.

Il Garante ha quindi stabilito che la titolarità del trattamento rimanga a carico delle aziende preponenti, perché sono loro a stabilire le finalità del trattamento dei dati dei destinatari di campagne promozionali, a impartire direttive agli outsourcer e controllarne l'operato. Se così non fosse, inoltre, se gli outsourcer fossero titolari autonomi del trattamento, sarebbero viziati e non conformi al Codice Privacy quasi tutti i numerosi e necessari scambi di dati e informazioni appartenenti ai potenziali clienti che intercorrono tra azienda e outsourcer. Il Garante ha perciò stabilito che "tutti i preponenti, che sono titolari del trattamento in quanto, ai sensi di cui in motivazione, svolgono le attività proprie di tale qualifica, procedano, entro 60 giorni dalla pubblicazione del presente provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale, a designare le società ovvero i soggetti terzi che agiscono in outsourcing, responsabili del trattamento ai sensi e per gli effetti degli artt. 4, comma 1, lett. g) e 29, commi 4 e 5 del Codice". 

Tuttavia, a causa delle numerose segnalazioni pervenute al Garante da un elevato numero di aziende (appartenenti non solo al settore della telefonia), preoccupate di non riuscire ad adeguarsi a quanto stabilito dal Provvedimento nei tempi debiti per varie motivazioni (rallentamenti dovuti alla ferie estive, numero considerevole di soggetti coinvolti, etc.), il Garante stesso ha deciso di prorogare il termine al 30 novembre 2011.


D&L Communication è segreteria organizzativa delle Associazioni:

CONTATTI

D&L Department - Studio Legale Lisi
Via M. Stampacchia, 21 - 73100 LECCE - Tel e fax: +39.0832.25.60.65 

segreteria@studiolegalelisi.it 

Digital & Law Department S.r.l.
Via M. Stampacchia, 21 - 73100 LECCE - Tel e fax: +39.0832.25.60.65

P.IVA: 04372810756 - info@digitalaw.it - digitalaw@pec.it 

Studio Legale Lisi
Via V. M. Stampacchia, 21 - Piano Terra - 73100 Lecce - Tel /Fax: +39.0832.24.48.02 

info@studiolegalelisi.it 

Segreteria di Milano
Piazza IV Novembre, 4 - 20124 - Milano - Tel 02.671658188 Fax 02.67165266

Domicilio a Roma